Shiraz

Shiraz Nel mondo islamico medievale Shiraz era una delle città più importanti e fu la capitale dell'Iran dal 1750 al 1794, durante la dinastia Zand, periodo durante il quale furono eretti o restaurati molti dei suoi edifici più belli. A Shiraz inoltre nacquero e vissero i due poeti persiani più famosi, Hafez (1324-1389) e Sa'di (circa 1270-1291) ed entrambi hanno qui il loro mausoleo.

Shiraz si trova ad un'altitudine di 1491 m ed è situata in una fertile valle. Il suo clima gradevole ed i suoi ampi viali alberati la rendono pertanto una delle città più piacevoli di tutto il Paese. La storia di Shiraz ci porta molto indietro nel tempo, fino all'epoca Achemenide, alla quale risalgono i primi insediamenti umani nella zona, e successivamente a quella Sassanide in cui la città era già un importante centro regionale. Bisogna però attendere i secoli XIII e XIV per vedere il periodo di maggior splendore di Shiraz, quando, durante la dinastia dei Timuridi, la presenza di Hafez, Sa'di e di molti altri brillanti artisti e studiosi e le doti naturali della città contribuirono a renderla uno dei più grandi centri del mondo islamico e un importante centro di calligrafia, pittura, architettura e letteratura. Per diversi secoli, gli artisti e studiosi di Shiraz venivano inviati come emissari di attività culturali in altre zone del Paese ed anche all'estero; tra di essi merita di essere ricordato Ostad Isa, architetto vissuto nel XVII secolo, autore del progetto del Taj Mahal di Agra. La città vide poi un secondo periodo di prosperità con l'illuminato sovrano Karim Khan che fu il primo della breva dinastia Zand e che nel 1750 fece di Shiraz la capitale nazionale. Karim Khan era un sovrano saggio e benevolo e fu uno dei maggiori mecenati dell'arte nella storia dell'Iran: deciso a fare di Shiraz una capitale degna di questo nome, egli fondò un quartiere reale, commissionò molti notevoli edifici e fece realizzare un funzionale sistema di irrigazione ed una rete di fognature che servisse tutta la città. Purtroppo i suie eredi non furono degni di lui, finchè nel 1798 Mhammad Khan, dopo avere ucciso l'ultimo sovrano della dinastia Zand, spostò la capitale del Paese a Teheran.

Molte delle meraviglie architettoniche di Shiraz, specialmente il quartiere reale degli Zand, furono trascurate o distrutte in seguito alla pianificazione irresponsabile della città durante la dinastia dei Pahlavi. Shiraz è attraversata da ovest ad est dal fiume Rudkhune-ye Khoshk: la città vecchia ed il centro commerciale di Shiraz sono a sud del fiume, mentre le zone residenziali più eleganti sono a nord.

Bazar-e Vakil

Il Bazar-e Vakil (bazar del reggente) è situato sul lato sud all'estremità meridionale di Bolvar-e Karim Khan-e Zand, l'ampio viale alberato, arteria principale della città, che si estende da ovest ad est praticamente per tutta la larghezza della città. Il bazar venne costruito per volontà di Karim Khan e si dice che sia uno dei più belli di tutto l'Iran: il soffitto a volta in mattoni assicura che l'interno sia fresco in estate e caldo in inverno.

Bogh'e-ye Shah-e Cheragh

Questa famosa tomba del 'Re della luce' ospita i resti di Sayyed Mir Ahmad, fratello dell'Imam Reza, morto o ucciso a Shiraz nell'853. Verso la metà del XIV secolo venne eretto sulla sua tomba un mausoleo e da allora questo è un' importante meta di pellegrinaggi per gli sciiti. I riflessi multicolori provocati dal gran numero di piccole piastrelle di vetro dentro il tempio sono abbaglianti e costituiscono uno spettacolo che rende ragione del soprannome di 'Re della luce'.

Masjed-e Jame-e Atigh

Questa antica moschea, costruita per la prima volta nell'894, si trova poco a sud del Bogh'e-ye Shah-e Cheragh. Praticamente tutta la struttura originaria è scomparsa in seguito a vari terremoti e la maggior parte del tempio risale all'epoca safavide o a periodi posteriori. L'interesse è costituito da un edificio turrito rettangolare molto insolito, situato al centro della torre: chiamato Khodakhune ('Casa di Dio'), venne costruito nel XIV secolo come deposito per copie di valore del Corano e si crede che sia modellato sulla Ka'ba della Mecca.

Aramgah-e Hafez

La tomba del famoso poeta Hafez si trova a nord del fiume, in un piccolo giardino. La lapide di marmo, su cui è inciso un lungo verso tratto da un'opera del poeta, fu posta qui dentro una piccola teca da Karim Khan nel 1773. Nel 1935 sopra di questa fu posto un padiglione ottagonale sostenuto da otto colonne di pietra e sormontato da una cupola. Il giardino che circonda il mausoleo è arricchito da numerose fontane ed è molto piacevole da visitare. Hafez nacque verso il 1324. Rimasto orfano in giovane età, la sua educazione venne affidata ad alcuni degli studiosi più importanti di Shiraz: in questo modo, oltre che ad imparare il Corano a memoria, iniziò ad interessarsi profondamente di letteratura. Buona parte della sua opera poetica, chiamata Divan-e Hafez, ha un carattere fortemente mistico che non è traducibile e che ha sempre affascinato lìanimo dei persiani; molte poesie però parlano anche di vino, usignoli e corti e molti suoi versi sono citati ancora oggi nel parlare quotidiano. Hafez morì nel 1398, dopo avere rifiutato molti generosi inviti a recarsi presso alcune tra le più grandi corti di quel periodo a causa del suo amore per il luogo in cui era nato.

Aramgah-e Sa'di

Situata all'estremo nord-est di Shiraz, la Tomba di Sa'di si trova in un tranquillo giardino con una sorgente naturale situato in ina valle ai piedi di una collina, ma il monumento in sè è un esempio piuttosto infelice di architettura moderna. Il mausoleo che esisteva in precedenza, che era il risultato di una lunga serie di restauri voluti da vari mecenati dopo la morte di Sa'di, fu sostituito nel 1952 dopo che un comitato di studiosi lo ebbe dichiarato indegno del grande uomo cui era dedicato. Lo sceicco Muhammad Shams-ed-Din, noto con lo pseudonimo di Sa'di, visse all'incirca tra il 1207 e il 1291. Come Hafez perse il padre in tenera età e la sua educazione venne affidata ad alcuni tra i più importanti studiosi di Shiraz. Diversamente da Hafez, però, Sa'di trascorse gran parte della sua vita viaggiando in molti paesi e fu anche fatto prigioniero in Siria dai Crociati prima di darsi alla letteratura nella sua città di origine. Molti dei suoi eleganti versi riflettono la filosofia dell'umiltà e della pietà che elaborò durante i suoi viaggi. La sua opera più famosa è il Golestan ('Roseto'). E' sepolto nel luogo che si dice sia esattamente quello della sua morte. Bagh-e Eram In passato Shiraz era famosa per i suoi grandi parchi fitti di cipressi, e oggi questo piccolo e ben tenuto 'Giardino del Paradiso', situato a nord del fiume, vicino all'università, ospita probabilmente i più belli e alti alberi sopravvissuti. Nei giardini c'è anche un bel palazzo cagiaro del XIX secolo, il Kakh-e Eram
The Zandiyeh Ensemble  Il Zandiyeh Ensemble  Old Jami‘ Mosque of  Moschea Jami 'di Ardestan
Tomb of Saadi Tomba di Saadi Tomb of Hafez Tomba di Hafez 
Eram Garden Eram Giardino Nasir ol-Mulk Mosque Moschea Nasir ol-Mulk 
Quran Gate  Corano Porta Narenjestan Museum  Museo Narenjestan